Importanza della presenza, in azienda, dell’ADDETTO ANTINCENDIO

Il Decreto Legislativo n. 81 del 9 Aprile 2008, nonché il Testo Unico per la salute e la sicurezza dei lavoratori, informa il lavoratore a contribuire al miglioramento della propria sicurezza e di quella degli altri, rendendosi soggetto attivo in materia di Prevenzione Incendi e Gestione delle Emergenze. Si tratta, in dettaglio, dell’addetto antincendio, ovvero dell’addetto alla lotta dell’incendio, che ha il compito di attuare misure di prevenzione/lotta/gestione di prevenzione dell’incendio e dell’emergenza che da questo può scaturire.
L’addetto può essere lo stesso datore di lavoro oppure uno dei dipendenti.

Concretamente, la legge impone che tutti i lavoratori addetti all’emergenza antincendio ricevano una formazione, specifica nell’ambito, in base al livello di rischio presente nell’azienda. Così, bisogna frequentare un corso di formazione di:

  • 4 ore con la presenza di un rischio basso;
  • 8 ore con la presenza di un rischio medio;
  • 16 ore con la presenza di un rischio alto;

con i relativi corsi di aggiornamento di 2 ore per un rischio basso, di 5 ore per un rischio medio, di 8 per un rischio alto.

E’ facile capire quanto sia importante avere almeno un addetto antincendio all’interno dell’azienda, per la sicurezza e la salute di chi vi lavora e del pubblico (se previsto).

Per ulteriori informazioni, compilare il form sottostante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *